Metropoli d'Asia

back

narrativa

Tew Bunnag
Il viaggio del Naga

ISBN 9788896317297
Pagine 352
Euro 14,50

In una Bangkok contemporanea dove il lusso più sfrenato affianca sfere di povertà e miseria, incrociano i loro destini un ex monaco, un pittore e una produttrice, un tempo famosissima star del cinema.

Le loro tormentate storie personali ci introducono alla complessità della Thailandia, un Paese in cui il nuovo millennio deve scendere a patti con una tradizione ancestrale, e in cui la magia entra a far parte della quotidianità.

Don, Arun e Marisa sono accomunati dal Naga: questo serpente sacro, che rappresenta la forza creatrice e distruttrice dell’acqua, si affaccia nelle loro vite scegliendo per ognuno tempi e modi diversi, fino a convogliare un’apparente casualità in un disegno ben preciso.

I tre protagonisti, infatti, si incontrano per la prima volta al funerale di PiO (una figura enigmatica, dalla valenza morale ambigua), durante il quale si troveranno coinvolti in una decisione che unirà per sempre le loro esistenze, cambiandole profondamente.

Mentre vengono alla luce squallidi segreti ed esperienze dolorose, il romanzo scoperchia senza finti pudori un’industria del sesso capillare e potente, di cui Pi O tirava i fili in maniera spietata e feroce. Tra colpi di scena, storie d’amore e scelte difficili, la furia del Naga si abbatte sulla città con un’implacabile alluvione che spazza via uomini e cose, mettendo definitivamente a nudo ciò che la metropoli era riuscita a celare. Dall’inesorabilità della morte, forse, potrà sorgere la forza di una nuova vita.

---

«Sulle rive di quel tratto di fiume c’erano poche abitazioni. Gli alberi e i campi erano soffusi dalla luminosità blu-argento della luna. La maggior parte degli ospiti era uscita sul ponte per rinfrescarsi e respirare un po’ d’aria pura. L’atmosfera era calma, serena, infranta solo dal ronzio del motore e dal richiamo di qualche uccello. A quel punto l'imbarcazione invertì la rotta e iniziarono a tornare verso la città.

All'inizio non ci fece caso nessuno a parte Khun Chai, che metre saliva sul punte disse: «Forse sono io che barcollo, ma mi sembra di sentire un'onda». Scoppiarono tutti a ridere. Pochi secondi dopo, però, la sentirono anche gli altri. Il battello aveva cominciato a rollare come se una corrente poco sotto la superficie stesse smuovendo l'acqua. Poi sembrò di trovarsi in un mare in tempesta con le persone che si aggrappavano ai parapetti e cercavano di sorreggersi a vicenda, c'era anche chi cominciava a gridare. Nello stesso momento entrarono in una specie di banco di nebbia umida e appiccicosa».

Traduzione di Massimo Morello

---

ACQUISTA ONLINE

Recensioni

Corriere del Ticino (luglio 2012)
Qui Touring
 (giugno 2012)
Tommaso Pincio Blog (maggio 2012)
Itinerari e luoghi (maggio 2012)
Left (maggio 2012)
Internazionale (maggio)
L'Espresso
(maggio 2012)
Asiaexpress (maggio 2012)
Urban
(aprile 2012)
La Lettura del Corriere della Sera
(aprile 2012)

Autore

Tew Bunnag

Personaggio poliedrico e cosmopolita, Tew Bunnag è nato a Bangkok nel 1947 da una nobile famiglia thailandese. Autore di saggi sul Tai Chi Chuan e di racconti, con Il viaggio del Naga firma il suo primo romanzo, già tradotto in Spagna e pubblicato negli Stati Uniti.

Dello stesso autore