Metropoli d'Asia

back

narrativa

Kim Young-Ha
L'impero delle luci

ISBN 9788896317419
Pagine 300
Euro 16,30

Pubblicato nel 2006, L’impero delle luci rappresenta una delle opere di spicco dell’autore. Il protagonista, Kim Kiyong, proprietario di una piccola società d’importazione di film stranieri, inizia una sua tipica, banalissima giornata di lavoro. Come sempre si è svegliato in orario, i suoi affari vanno a gonfie vele e la famiglia lo adora. Tutto inizia nella più opprimente delle routine, ma, appena arriva in ufficio, basta un messaggio nella sua casella di posta a infrangere l’illusione di questa apparente normalità: basta un messaggio per far tornare alla mente del protagonista la sua vera identità: lui è in realtà una spia nordcoreana, arrivata vent’anni prima a Seoul, ma poi dimenticata per chissà quale motivo dai suoi stessi mandanti. Rimasto nel Sud come una monade e abbandonato da tutti, si era allora visto costretto a recuperare una propria identità e a ricostruirsi una propria vita, adattandosi a un mondo del tutto differente da quello dal quale proveniva. E proprio ora che tutto sembrava andare per il verso giusto, ecco che qualcuno al Nord si era improvvisamente ricordato di lui e gli chiedeva di rientrare a P’yongyang. In meno di ventiquattr’ore.

Traduzione di Andrea De Benedittis

ACQUISTA ONLINE

Recensioni

Doppiozero (novembre 2013)
L'Unità
(novembre 2013)
China Files
(ottobre 2013)
Gazzetta di Mantova
(settembre 2013)
Le Vie dell'Asia (Corriere della Sera)
(settembre 2013)
Wuz
(agosto 2013)
L'Espresso
(agosto 2013)
Corriere della Sera
(luglio 2013)
China Files
(giugno 2013)

---

Rassegna stampa internazionale

«Kim Young-ha è uno scrittore da tenere d’occhio. L’impero delle luci è la rivelazione letteraria della Corea. Narrando eventi che si svolgono in un unico giorno, l’autore ci guida nel cuore della Corea moderna e descrive cosa significa essere un uomo in un mondo oppresso dai confini. Non trovo parole sufficienti per esprimere il mio apprezzamento» – Vikas Swarup, autore di Slumdog Millionaire

«[Un] romanzo ambizioso, di uno degli scrittori più ammirati della Corea… Esprime con efficacia la difficoltà di ‘appartenere’ a un luogo e a un tempo pericolosi. Probabilmente il romanzo coreano più compiuto e intrigante finora pubblicato in lingua inglese» – Kirkus Reviews

«Davvero convincente… una spy-story mozzafiato con osservazioni sagaci sul comportamento umano» – Publishers Weekly

«Dall’esterno, la divisione tra le due Coree è vista generalmente in termini di minaccia geopolitica; ma dall’interno viene vissuta come una forma bizzarra di crisi di identità. Questo è precisamente l’argomento alla base dell’Impero delle luci, il nuovo, brillante thriller di Kim Young-ha, che a quarantun anni è uno dei migliori scrittori della Corea del Sud, dotato di un particolare talento per l’ironia e un surrealismo di tipo kafkiano. Grande osservatore, trasforma la sua storia in una radiografia sconfortante e divertente al tempo stesso della Corea del Sud dei giorni nostri, presentando un’ampia gamma di personaggi emblematici tratteggiati con grande abilità». NPR Fresh Air

Pubblicato in Germania (Heyne Verlag), Francia (Philippe Picquier), Stati Uniti (Mariner Books)

Autore

Kim Young-Ha

Nato nel 1968 a Hwach’on, approdò a Seoul nel 1980, dopo aver seguito le varie tappe della carriera militare del padre. Con Io ho il diritto di distruggermi (Metropoli d’Asia 2014) ha ottenuto il premio come migliore autore nel concorso Munhaktongne. A quell’opera sono seguiti nel 1997 il romanzo breve Chiamata e nel 1999 Cosa ci fa un morto nell’ascensore che, insieme ai suoi lavori più celebri L’impero delle Luci (Metropoli d’Asia 2013), Fiore nero e Quiz show gli hanno...

Dello stesso autore