Tradurre

Chandrahas Choudhury segnala un’interessante riflessione di U.R. Ananthamurthy sulle traduzioni, questione che in India ha una sua rilevanza che va al di là del linguaggio formale, ma investe la società e il suo ethos. Ananthamurthy arricchisce le sue argomentazioni con numerosi esempi, sostenendo che a volte proprio nelle sfumature date dal mescolamento di diversi linguaggi si raggiunge l’essenza di ciò che si vuole dire.

Proprio recentemente un altro contributo sul tema ci arriva da Kamila Shamsie, che in un altrettanto interessante articolo affronta la questione in maniera più diretta, riflettendo e rilanciando l’eterno dibattito (anche attraverso una serie di esempi personali) sul possibile divario tra le opere originali e quelle tradotte.

guenin.felisa@mailxu.com wenman.amira culverhouse@mailxu.com