• Chi siamo

    La casa editrice di Andrea Berrini, scrittore e saggista. L’obiettivo: scoprire e tradurre narratori contemporanei asiatici che propongono scritture innovative.
  • Libri

  • Parlano di noi

    • Svegliami alle nove domattina su Left
    • Svegliami alle nove domattina su il manifesto
    • Scrittori dalle metropoli su Pagina99
    • Scrittori dalle metropoli segnalato su Panorama
  • Autori

Tutti i post su cultura

Cina: censura, autocensura, omertà, gattopardismo

E magari anche un po’ di confusione, perchè di questi tempi è difficile far discorsi lineari, argomentare: sulle nostre responsabilità e corresponsabilità nei confronti di un paese che è, non dimentichiamolo, una dittatura

(continua su Pagina99)

Il Tibet e il Losar

China Files ospita un intervento della scrittrice Tsering Woeser sul Tibet, e in particolare sul rifiuto della popolazione di partecipare attivamente dal 2009 al Losar, cioè il Capodanno tibetano, i cui festeggiamenti sono gestiti dalla autorità cinesi.

Da segnalare anche, sempre sul Tibet, questo interessante approfondimento sulla loro cultura, il linguaggio e il rapporto con la natura.

Inside Beijing

Inside Beijing è un bel “webdocumentario” (formato sicuramente poco esplorato) che racconta la città di Pechino in diversi suoi aspetti. Si naviga come un sito, nel quale far partire video e altri contenuti dal menu principale. Ci sono al suo interno posti, persone, storie ed esperienze.

Non è un lavoro nuovissimo, ma vale la pena segnalarlo per la sua qualità. In ogni caso la scorsa estate è stato aggiornato con un paio di nuove parti.

Nota: Andrea Berrini è in questo periodo proprio a Pechino. Potete seguire il suo blog da qui, o cliccando sull’immagine nel menu di destra.

La scuola più grande del mondo

Si trova in India – e forse la cosa non stupisce -, più precisamente a Lucknow, capitale dell’Uttar Pradesh. La City Montessori School utilizza il Metodo Montessori, e quest’anno raggiungerà i 45.000 iscritti.
La cosa sembra però non turbare particolarmente docenti e dirigenti, che nei loro 20 campus riescono anzi a mantenere un buon livello didattico, testimoniato anche dagli scambi internazionali a cui la scuola partecipa.

Via: @InfoCresud| @michelemazzone

Il TIME intervista Ai Weiwei

Segnaliamo un’intervista di qualche giorno fa del TIME ad Ai Weiwei, in occasione dell’inaugurazione della mostra a lui dedicata a Washington, alla cui inaugurazione l’artista cinese non ha potuto partecipare.
Si parte proprio dal tema della libertà in Cina, per poi toccare altri argomenti legati ad alcuni episodi della sua vita e alla sua attività di artista. L’articolo è corredato da diversi link di approfondimento.
Nota: non viene citato Mo Yan e la sua vittoria al Nobel per la letteratura, perché l’intervista è precedente. L’opinione di Ai Weiwei sul tema la potete trovare qui.
Via: @freeaiww

Brevi: Gli Istituti Confucio senza professori

Per problemi legati al visto, gli Stati Uniti potrebbero espellere i professori che attualmente operano negli Istituti Confucio locali. Secondo alcuni dietro questa operazione si nasconde il timore di un’”invasione culturale”. Gli Istituti Confucio operano anche a supporto di diverse università, e il blocco delle loro attività potrebbe ripercuotersi sull’attività accademica.

drummer escobar_travis@mailxu.com