• Chi siamo

    La casa editrice di Andrea Berrini, scrittore e saggista. L’obiettivo: scoprire e tradurre narratori contemporanei asiatici che propongono scritture innovative.
  • Libri

  • Parlano di noi

    • Svegliami alle nove domattina su Left
    • Svegliami alle nove domattina su il manifesto
    • Scrittori dalle metropoli su Pagina99
    • Scrittori dalle metropoli segnalato su Panorama
  • Autori

Tutti i post su politica

Chan Ho Kei e Hong Kong

L’articolo di Chan Ho Kei, autore per Metropoli d’Asia di Duplice delitto a Hong Kong, su La Stampa. L’autore parla delle proteste di Hong Kong facendo un parallelo con quanto avvenuto nella storia recente tra Irlanda del Nord e Inghilterra. Lì si arrivò faticosamente a un accordo, seppur passando per un bagno di sangue che si portò dietro anni di scontri.

Così come il punto di incontro in quel caso fu l’accettazione della condivisione del potere con la popolazione locale, l’auspicio e l’invocazione dell’autore è di fare la stessa cosa, senza ripetere gli errori di quella maledetta domenica.

Lo speciale di China Files per Piazza Tiananmen

China Files dedica uno speciale ai 25 anni dai fatti di Piazza Tiananmen. Era il 4 giugno del 1989 quando l’esercito cominciò a sgomberare la piazza dove da tempo si erano radunati soprattutto studenti che chiedevano riforme.

Attraverso otto articoli si cerca di ricordare quei giorni, mettendo proprio l’accento su cosa resta dopo a quegli avvenimenti, e sul rapporto delle autorità con la loro memoria.

Tew Bunnag e il 19° colpo di stato in Thailandia

Riprendiamo questo articolo su Le vie dell’Asia, il blog del Corriere della Sera curato da Marco del Corona. Si parla del recente colpo di stato in Thailandia, raccogliendo alcuni commenti di Tew Bunnag, autore per Metropoli d’Asia di Il viaggio del Naga e del più recente Cortina di pioggia.

Dietro a un apparente fatalismo di trovarsi di fronte al 19° colpo di stato, e quasi un’altrettanto apparente ironia, la situazione è in realtà vista con grande preoccupazione dallo scrittore: «penso che stavolta, visto l’ampio e profondo cambiamento nella consapevolezza politica in seno alla società dall’altro colpo di Stato le conseguenze saranno più serie. E inquetanti».

Cortina di pioggia come metafora della Thailandia

In questo articolo del Bangkok Post si parla di Cortina di pioggia (Curtain Of Rain il titolo in inglese), appena uscito per Metropoli d’Asia, sottolineando come il testo rappresenti un’allegoria della situazione politica tailandese, in particolare per i riferimenti al suo stato di perenne crisi.

L’articolo sottolinea poi come anche lo sviluppo dei personaggi di Tew Bunnag riprende i profondi contrasti e divisioni tra classi tipici della società tailandese.

Il tempio conteso è della Cambogia

Sulla BBC si racconta la storia del Tempio induista di Preah Vehiear, luogo inserito tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO e al centro di in una disputa territoriale vecchia di oltre un secolo tra Thailandia e Cambogia.

Ora la Corte Internazionale di Giustizia dell’Aia ha stabilito che la giurisdizione appartiene alla Cambogia, eccetto su una collina circostante. La decisione della Corte è stata accettata dal governo thailandese, che ora dovrà ritirare le proprie truppe attorno all’area, e entrambi i paesi hanno promesso di lavorare insieme per la pace.

Via : Il Post

“Editori, che si fa?” anche su China Files

L’articolo Editori, che si fa?, comparso la prima volta sul blog di Andrea Berrini, In diretta dall’Asia, e poi su Doppiozero, si può ora leggere e commentare anche su China Files.

Doppiozero: Cina: editori, che si fa?

L’ultimo articolo di Andrea Berrini sul blog Le parole dell’Asia, ospitato da Doppiozero. Si parla di autori indipendenti e autori “di stato” in Cina, sullo sfondo di un mercato editoriale sempre più desideroso di superare i suoi confini. Il punto di vista è quello dell’editore, alle prese con contrasti e giochi politici che rischiano di radicalizzarsi ulteriormente. Da qui la domanda del titolo.

Poster di propaganda per bambini

Su CinaOggi, si può vedere una interessante raccolta di immagini con 41 poster cinesi di propaganda provenienti dal passato, indirizzati a bambini e adolescenti.

Aung San Suu Kyi, la Birmania e l’India

Segnaliamo da Tehelka un lungo articolo di analisi politica sulla Birmania e le sue relazioni internazionali in occasione della visita in India di Aung San Suu Kyi, ricordando come la stessa abbia trascorso parte della sua adolescenza a Delhi.

Viene poi proposta anche un’intervista a Tint Swe, ex membro dell’ora sciolto Governo in esilio birmano.

Orientarsi tra i nuovi leader cinesi

Il New York Times propone una tabella con i nuovi membri del Comitato permanente del Partito comunista cinese, mettendo in evidenza i loro incarichi precedenti, le loro connessioni e alcune caratteristiche rilevanti della loro visione politica.

Via: @shanghaiist

lubell_bernardo@mailxu.com