Tutti i post su arte

Expat e cinesi: mal d’Asia, performance, il vero e il verosimile

Venite nel mio atelier un pomeriggio, ma restate quando fa buio, dice l’artista e performer. Quel che si vede, e quel che non si vede in Cina

(continua su Pagina99)

Ai Weiwei everywhere

Ai Weiwei è senza dubbio il personaggio legato al mondo dell’arte che fa più parlare di sé in Cina (e molto anche fuori, vedi il recente spettacolo teatrale a lui dedicato). In questo caso è lui a parlare, con uno scritto pubblicato sul sito Creative Time Reports su arte, ricerca della verità e rapporto con il potere.

Da segnalare anche la prossima apertura in Olanda della mostra FUCK OFF 2, riedizione della mostra da lui curata nel 2000 a Shanghai, e questa intervista (in inglese) rilasciata in occasione di un evento in Germania.
Via: @worldlittodayfreeaiweiwei.org

I nuovi musei in Cina

Il New York Times si concentra sulla crescita del numero dei musei in Cina, che nel 2011 ha visto 390 inaugurazioni, assestandosi l’anno successivo su un numero simile. La maggior parte delle nuove aperture riguarda i musei d’arte, soprattutto cinese, nelle grandi città. I progetti sono spesso privati, ma stanno aumentando quelli supportati dallo stato.

Via: @chinafile

Weiwei-isms, massime da Ai Weiwei

Sul Wall Street Journal è possibile leggere un’anticipazione di Weiwei-isms, una recente pubblicazione che raccoglie una serie di citazioni provenienti dall’artista cinese.

Creative Encounters, seconda edizione

Sono stati da poco pubblicati i progetti 2012-2013 di Creative Encounters: Cultural partnerships between Asia and Europe, un’iniziativa della Asia-Europe Foundation in collaborazione con ArtsNetworkAsia, TheatreWorks e Trans Europe Halles.

Sul sito si possono già vedere le date indicative delle varie iniziative, che includono eventi legati ad architettura, musei, documentari, danza, fundraising e traduzioni.

brunetta-ema@mailxu.com konkol-lillia@mailxu.com hotovec-maragret@mailxu.com cantinjacques@mailxu.com vanness.andera