Tutti i post su in diretta dall’asia

Non abbiamo fatto brutti sogni, stanotte

Fluxus e i contadini poveri, Sartre e  Pasolini nelle campagne dell’Anhui: funzionerà?

(continua su Pagina99)

Hammerstein a Jakarta: il borsalino, gli scacchi, i romanzi in parallelo, un traffico da paura

Richard Oh molte ne ha fatte: scrittore, editore, libraio, fondatore di premi letterari a Jakarta. E scacchista sul web, seduto dentro alla sua Reading Room.

(continua su Pagina99)

Narrativa di genere: il pop di Amir Muhammad in Malesia

Un editore genialoide, capace di riempire uno spazio vuoto: Fixi pubblica in lingua malay il poliziesco, la fantascienza, i vampiri e gli zombie. Giovani autori locali e un successo clamoroso.

(continua su Pagina99)

A Ubud LitFest: di democrazia, turismo letterario, Islam, caste, classi

Un festival atipico nell’isola di Bali, grandi dibattiti, un po’ di turismo, grandi nomi, un po’ di glamour. Budget risicato, ma ottimo team di festival programmer, quasi tutte donne. Indonesia sugli scudi.

(continua su Pagina99)

Occupy Hong Kong: #umbrellarevolution, limiti, perimetri e coraggio

Occupy Central, gli ombrelli contro gli spray al peperoncino e qualche domanda sulle speranze, sui limiti, sulle parole che possiamo usare. Al di là dell’attualità.

(continua su Pagina99)

Li Er: narrazioni interne, esterne, mass media, individui e molte telecamere

Incontriamo uno scrittore di cinquant’anni, e domandiamogli cosa pensa della narrativa contemporanea cinese, quella più giovane. Lui ci racconta cosa pensa della contemporaneità, e io ci casco dentro, nella contemporaneità (o nella sincronicità?)

(continua su Pagina99)

Scritture giovanili: Sheng Key, leggerezza, dolori altrui, doufu, uova

Sheng Keyi, con il suo Norhtern Girls e altri sette romanzi. La predilezione di una giovane scrittrice per gli emarginati e lo sconquasso sociale.

(continua su Pagina99)

Letture giovanili, pinguetudine, e corpi (sociali) in trasformazione

Ancora non si vede all’orizzonte una nuova generazione di giovani scrittori che sappia interpretare la malinconia e lo straniamento dei ragazzi cinesi di oggi.

(continua su Pagina99)

Moon Festival a Pechino: dolcetti, scherzetti, amicizia e vita di strada

Profuma dei nostri anni sessanta, la Cina oggi. Il popolare (o popolano?) che resiste alla piattezza impiegatizia. La famiglia allargata, in opposizione agli smartphone.

(continua su Pagina99)

Una rivista letteraria in italiano, dalla Cina

Caratteri, una selezione di racconti tradotti in itailano dalla People’s Literary Review di Pechino.

(continua su Pagina99)

carbonara.ruth mceathron@mailxu.com edgley-yoko@mailxu.com goshow@mailxu.com wilkening@mailxu.com