Metropoli d’Asia pubblicherà Le Tre Porte di Han Han a settembre

Sul domenicale di ieri il Sole 24Ore cita Han Han come lo scrittore più importante e popolare in Cina, nel contesto di un bel dossier su quel che leggono i cinesi. Han Han lo ho già nominato nei post del 4 maggio e del 9 giugno, riocordando il suo scintillante secondo posto nel contest online di Time sul personaggio più popolare del pianeta. Icona pop, idolo dei giovani cinesi, Han Han mette un po’ di pepe in una scena letteraria alquanto stagnante e deludente. Qui c’è una bella intervista in italiano, in inglese su Asia Weekly, e un discorso all’Universita di Xiamen lo scorso maggio. Le Tre Porte, scritto da Han Han all’età di 19 anni, racconta l’ascesa e e la successiva caduta di un adolescente prodigio, alle prese con la babele di linguaggi che contraddistingue la Cina contemporanea, stretta tra i gerghi giovanili, la sintassi del mercato e della pubblicità, e la routine della propaganda di partito. Un paese dove un giovane non sa – come si suol dire – a che santo votarsi.

makos_sherron@mailxu.com