• Chi siamo

    La casa editrice di Andrea Berrini, scrittore e saggista. L’obiettivo: scoprire e tradurre narratori contemporanei asiatici che propongono scritture innovative.
  • Libri

  • Parlano di noi

    • A Yi e Chan Ho Kei su Alias
    • Ayu Utami su Alias
    • L’impero delle luci segnalato su Internazionale
    • Metropoli d’Asia sulla Rivista Tradurre
  • Autori

Tutti i post su libertà di espressione

Il rapporto di Pen International sulla Cina

L’organizzazione Pen International, che si occupa della difesa della libertà di espressione, ha presentato recentemente il suo rapporto intitolato Creativity and Constraint in Today’s China, che sulla base di un arco di lavoro di cinque anni cerca di fare il punto sulla situazione in Cina da questo punto di vista.

Il rapporto tocca molti punti caldi del dibattito su questi temi, concentrandosi poi anche sul ruolo della Rete e su come le cose stanno lentamente cambiando, seppur in un arco di tempo abbastanza ristretto.

Via: Le vie dell’Asia

I cinque livelli della libertà di espressione in Cina

La libertà di espressione in Cina, nei suoi diversi gradi e limiti, spiegata da Wu Si (caporedattore del giornale Yanhuang Chunqiu) come fosse un edificio di cinque piani.

Dai princìpi della Costituzione alle regolazioni amministrative, fino al ruolo dei giornalisti e dei social network, passando per quella zona grigia di telefonate ai giornali da parte di funzionari governativi.

Per ciascun “piano” vengono delineati i margini di libertà, arrivando alla conclusione che la libertà di espressione non è chiaramente totale, ma neanche del tutto “non esistente”.

spieker@mailxu.com leetch.jeri@mailxu.com makos@mailxu.com